Il sito di informazione, cronaca e cultura di San Colombano, Bassa lodigiana e P

Per i 250 anni dalla scomparsa di Luigi Vanvitelli la Due Giorni sulla Strada Regia delle Calabrie.

“Nella Piana del Re , alle porte del Cilento. Dalla Reggia di Persano alla Strada Regia delle Calabrie” – Venerdý 19 Gennaio – ore 15 e 30 – Reggia di Persano - con: Carlo Marino, Presidente ANCI Campania, Tiziana Maffei, Direttore della Reggia di Caserta, Raffaella Bonaudo, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, Rosario Santanastasio, Presidente Nazionale Archeoclub D’Italia, Emma Buondonno, Docente Architettura UniversitÓ Federico II di Napoli. Alessandro Manna, Presidente Associazione Siti Reali, Nadia Parlante, storica e scrittrice, ma anche rappresentanti della Regione Campania, Comune di Serre, Provincia di Salerno, Ministero della Cultura.

 

E Sabato 20 Gennaio – escursione con visite ai luoghi della Strada Regia delle Calabrie, con partenza alle ore 9 e 30, dal Museo Nazionale Archeologico di Napoli.

 

Luca Esposito (Referente Archeoclub D’Italia per il progetto di riuqualificazione della Strada Regia delle Calabrie) : “Una due giorni sull’antica Strada Regia delle Calabrie, in occasione dei 250 anni dalla morte di Luigi Vanvitelli. Venerdý 19 Gennaio, in occasione dell’anniversario, grande conferenza alla Reggia di Persano, ma Sabato 20 Gennaio, con partenza, alle ore 9 e 30, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, raggiungeremo la Strada Regia delle Calabrie. Visiteremo l’antica Osteria della Duchessa, unica stazione di posta ottocentesca rimasta integra, ma vedremo anche la Via Popilia, la Consolare Romana e gli epitaffi reali. Al pomeriggio visita alla Reggia di Persano, un’occasione unica”.

 

“Una due giorni sull’antica Strada Regia delle Calabrie, in occasione dei 250 anni dalla morte di Luigi Vanvitelli, con Archeoclub d’Italia, l’Associazione Siti Reali, in collaborazione con il Comune di Serre. Il 19 e il 20 Gennaio due giorni di incontri, visite e proposte di promozione culturale e turistica per la Reggia di Persano e la Strada Regia delle Calabrie nel territorio degli Alburni! Inizieremo Venerdý 19 Gennaio, alle ore 15 e 30 terremo la conferenza inaugurale della due giorni, presso la Reggia di Persano. In occasione dei 250 anni dalla morte del grande architetto Luigi Vanvitelli, istituzioni, enti e associazioni saranno insieme per discutere sulla necessitÓ di valorizzare e rendere fruibile al pubblico la splendida palazzina di caccia voluta da Carlo di Borbone nel 1752 e l’antico itinerario stradale che, fin da epoca romana, attraversa il vasto territorio ai piedi degli Alburni”. Lo ha annunciato Luca Esposito, Referente Archeoclub D’Italia del Programma di Valorizzazione dei Borghi della Strada Regia delle Calabrie.

 

Al centro del dibattito il recupero delle evidenze storico-architettoniche e la promozione di nuove forme di turismo culturale e responsabile, all’interno di un territorio, quello degli Alburni, tra i pi¨ belli e incontaminati del Sud Italia, dalle enormi potenzialitÓ turistiche.

Al tavolo siederanno il Ministero della Cultura, la Regione Campania, la Provincia di Salerno, il Dipartimento di Architettura dell’UniversitÓ Federico II di Napoli, la Soprintendenza BB.AA. di Salerno e Avellino, i direttori del Parco Archeologico di Paestum/Velia e della Reggia di Caserta e varie Associazioni locali.

 

Sabato 20 Gennaio, nell’anniversario della nascita di Carlo di Borbone e a 250 anni dalla morte di Luigi Vanvitelli, escursione e visita dei luoghi lungo la Strada Regia delle Calabrie, riportata alla luce da uno studio durato 8 anni.

L’escursione partirÓ, alle ore 9 e 30 dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Alle ore 11 e 30 passeggiata lungo il tratto della Strada Regia delle Calabrie tra Serre e Postiglione con visita al Ponte di Persano, all’Epitaffio di Ferdinando IV di Borbone, al Pilone borbonico di sovrapposizione della Via Romana Capua – Regium con la Strada Regia delle Calabrie. Poi sosta ai resti della via romana Capua – Regium, via Popilia, sosta anche presso l’Osteria della Duchessa, unica stazione di posta integra lungo la Strada Regia delle Calabrie, risalente al periodo ottocentesco. Alle ore 15 e 30, visita guidata al complesso della Reggia di Persano.

 

Sabato 20 gennaio, nell’anniversario della nascita di Carlo di Borbone, un’intera giornata dedicata alla visita dei luoghi della Strada Regia delle Calabrie nel territorio degli Alburni – ha proseguito Luca Esposito - dal fiume Sele fino alle porte del Vallo di Diano. Una passeggiata aperta a tutti, in cui si potranno ammirare le testimonianze dello storico e antichissimo itinerario, ancora esistenti ma bisognose di urgenti interventi di recupero: l’Epitaffio di Ferdinando IV di Borbone ed i resti del selciato romano della Via Popilia a Serre. Il rudere dell’Osteria della Duchessa, a Postiglione, che Ŕ l’unica stazione di posta ancora integra nelle sue forme originarie dell’Ottocento. Le antiche taverne dello Scorzo, presso Sicignano degli Alburni, dove gustare i sapori autentici della cucina locale, proprio come avveniva all’epoca dei viaggi del Grand Tour settecentesco.

La giornata prevederÓ anche la visita straordinaria alla Reggia di Persano, attualmente chiusa al pubblico per esigenze militari, per ammirare gli eleganti ambienti di una delle opere meno conosciute di Luigi Vanvitelli”.

 

Venerdý 19 Gennaio, inizio alle ore 15 e 30, presso la Reggia di Persano, “Nella Piana del Re , alle porte del Cilento. Dalla Reggia di Persano alla Strada Regia delle Calabrie”. Interverranno: Antonio Opramolla, sindaco del Comune di Serre, Carlo Marino, Presidente ANCI Campania, Francesco Alfieri, Presidente della Provincia di Salerno, Rosario Santanastasio, Presidente Nazionale di Archeoclub D’Italia, Alessandro Manna, Presidente Associazione Siti Reali, Nadia Parlante, storica e scrittrice, Antonio Magrini, Associazione Persano nel Cuore Onlus, Luca Coppola, Direttore Discover South, Emma Buondonno, Docente del Dipartimento di Architettura dell’UniversitÓ Federico II di Napoli, Tiziana Maffei, Direttore della Reggia di Caserta, Patrizia Quaranta, Assessore del Comune di Serre, Raffaella Bonaudo, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, Franco Picarone, Presidente Commissione Bilancio e Finanze , Demanio e Patrimonio della Regione Campania, Luciano Schifone, Consigliere del Ministro della Cultura.